Diventa cliente METRO

Richiedi la tessera

Il Giardino d'Abruzzo

Roma

Da Il Giardino d'Abruzzo la pizza è anche doppio gusto

Pina, Mario e Daniele sono cresciuti nella pizzeria di famiglia e portano avanti la tradizione romana di quartiere

  • Dall'Abruzzo a Roma
    Il nome della pizzeria dei fratelli Massa unisce il passato e il presente della famiglia "I miei genitori sono abruzzesi - spiega Mario -  e quando siamo arrivati qui nel 1987 abbiamo trovato questo bellissimo giardino e allora tutti insieme abbiamo deciso il nome. Le pizze la fa Daniele, che ha imparato dal papà  Antonio. "Ho inziato da bambino, ero sempre affianco di papà - racconta Daniele - a volte rinunciavo anche ad uscire con gli amici per stare con lui."
  • Chi comanda in famiglia?
    Come è lavorare in famiglia ce lo spiegano i tre fratelli, ognuno a modo proprio. Per Daniele "Lavorare con mio fratello è bello e brutto come un rapporto di amore e odio, ma in un'altra pizzeria, senza mio fratello, non lavorerei mai". Mario invece apprezza la complicità che solo essere fratelli garantisce: "Nel momento del lavoro forte non servono le parole, basta guardarci e ci capiamo." Su chi comandi in pizzeria non hanno dubbi: la sorella Pina. Ma Pina lo scettro lo condivide con la mamma: "Menomale che ci siamo noi donne, sennò quei due da soli chissà che combinerebbero."
  • Cottura a legna di quercia
    La pizza è fatta lievitare per 24 ore
    con un misto di farine che rendono l'impasto sottile e coi bordi croccanti. "Cuociamo con il legno di quercia, che constribuisce a rendere la nostra pizza speciale. Le pizze cult al Giardino d'Abruzzo sono radicchio e gorgonzola e specialità come cacio, pepe e zucchine romanesche. Ma le pizze possono essere anche con gusti su rischiesta, per metà con un condimento e per metà con un altro "La pizza bigusto nasce proprio per far assaporare al cliente più tipi di pizze". E a richiesta è possibile realizzare anche pizze prive di lattosio.
  • La freschezza quando la mangi ha un buon sapore
    Ed è per questo al Giardino d'Abruzzo il menu segue i prodotti di stagione, con forte attenzione alla freschezza la qualità: "Ad esempio le pizze con il tartufo non possiamo farle sempre, dipende da quando si trova la materia prima. E tutto è fresco, non si usano surgelati, insaporitori e sciroppi".
  • In fondo siamo un po' speciali, come le nostre pizze
    Speciale come la commozione di Daniele quando racconta che  "Uno dei ricordi più belli è lo sguardo fiero di mio padre quando mi ha lasciato solo a far le pizze in una sera in cui eravamo pieni di gente". Mario non ha dubbi "Un altro lavoro non lo farei, mi piace fare questo e mi sento perfettamente realizzato."

Ti sono piaciute le storie di successo di questo mese?

Qui puoi trovare tutte le Storie di successo