Diventa cliente METRO

Richiedi la tessera

Negli anni ’90 la Mozzarella di Bufala è stata riconosciuta come formaggio D.O.P., un traguardo straordinario considerando che non si tratta di una vera e propria varietà di formaggio, ma di una semplice variazione sul tema. La pasta filata dal colore perlaceo, come per il fior di latte, viene “mozzata” in modo da ottenere i formati più classici: dall’Aversana ai nodini. Il latte di bufala è molto simile a quello vaccino tranne che per il contenuto di grassi e proteine. Infatti la mozzarella che ne risulta ha un sapore molto più pronunciato ma ancora più delicato. La ragione principale è che in un litro di latte di Bufala ci sono circa le stesse quantità di grassi e proteine contenute in due litri di latte vaccino.

La Mozzarella di Bufala, una delle massime espressioni della gastronomia italiana, diventa un vero e proprio prodotto di lusso, poiché, oltre a produrre un latte molto più ricco di nutrimenti e sapore, le bufale sono meno produttive delle vacche in termini quantitativi: per questo il loro latte è molto più caro. Si tratta però di un alimento imprescindibile per i ristoranti come per gli alimentari.

Ricette e curiosità

La Bufala si presta molto poco alla fusione perché, rispetto alla mozzarella normale, è leggermente più acquosa. Per questo il suo sapore estremamente delicato va accompagnato con sapori più forti come i prosciutti e il pomodoro da insalata:

Formaggi per il tuo tagliere del Sud


  • come-companatico

  • come-antipasto

  • Come piatto unico

    Le lacrime di latte della Mozzarella di Bufala mischiate al succo del pomodoro da insalata fresca fanno la base della mitica Caprese.



Forse hai bisogno anche di...