Diventa cliente METRO

Richiedi la tessera

Anche questo Pecorino viene prodotto utilizzando latte di pecore allevate allo stato brado in Sardegna. Quello che conferisce al Pecorino Romano DOP il suo caratteristico sapore deciso fin dalle prime fasi della stagionatura è la particolare tecnica con cui viene preparato. Si utilizza il caglio in pasta d’agnello per provocare la coagulazione del latte ovino portato a temperature molto alte (fino a 68°). Si tratta quindi di un formaggio cotto che è prevalentemente dedicato alla grattugia ma è ottimo anche come tipico formaggio da tavola, soprattutto se accompagnato alle fave fresche come si fa con il toscano.

Altra caratteristica molto importante del Romano è la sua forma. Utilizzando un grande formato potrai servire ai clienti del tuo ristorante un’amatriciana, una gricia o una carbonara, ripassando il piatto in fase di mantecatura nella forma di Pecorino Romano DOP.

Ricette e curiosità

Il ruolo principe del Pecorino Romano nella cucina locale è importantissimo. Questo formaggio però può essere un ottimo spunto di rivisitazione delle ricette più tradizionali:

  • Cacio e Pepe con le fave

    Creare una salsa di fave fresche facendole soffriggere e poi portandole ad ebollizione prima di frullare il tutto, ottenendo una crema da profumare con la mentuccia. Preparare il classico Cacio e pepe adagiandolo sulla crema di fave.

  • Sformatino di verdure al Pecorino

    Basta trifolare carote, melanzane, sedani, peperoni e zucchine tagliate a dadini. Mescolare il tutto con l’uovo sbattuto insaporito con pepe, erba cipollina e Pecorino Romano DOP ben stagionato e infornare per qualche minuto a 200°.

  • Il Pinzimonio

    Preparare la salsa a base di olio, sale e pepe e disporre le verdure in un piatto fondo accompagnandole con le scaglie di Pecorino e la frutta secca.


Tipologie di Pecorino in assortimento


Forse hai bisogno anche di...

Servizi e assistenza