Diventa cliente METRO

Richiedi la tessera

Dall'antica tradizione dei Celti, esperti casari trapiantati in Valtellina, arriva fino a noi l'inestinguibile gusto del Bitto DOP: sembra infatti che il suo nome derivi da Bitu, parola che significherebbe proprio “perenne”.


I migliori formaggi valtellinesi


  • La ricetta

    Prodotto simbolo della Lombardia, il Bitto è un formaggio realizzato prevalentemente con latte vaccino e con una parte di latte caprino, proveniente esclusivamente dagli alpeggi della provincia di Sondrio e di alcuni comuni limitrofi dell'Alta Valle Brembana.

    Si tratta di uno dei formaggi valtellinesi più noti e apprezzati: la crosta sottile, il colore giallo dorato e la pasta dall'occhiatura irregolare, a "occhio di pernice", lo rendono facilmente riconoscibile.

  • La delizia

    Una pasta friabile, che racchiude nel suo cuore i profumi veri dell'alpeggio e il segreto di una lunga maturazione, che può raggiungere i dieci anni. Non a caso, per la sua imparagonabile fama, il Bitto è protagonista di una mostra che si svolge a Morbegno (SO) verso metà ottobre.

    Lavorazioni in diretta, Laboratori del gusto, Cheese Cooking Show e addirittura Laboratori di cucina per bambini rendono l'evento un vero e proprio inno al Bitto, un formaggio che viene percepito come una ricchezza tradizionale che va costantemente ricordata.

  • L'abbinamento

    Il gusto aromatico di questo formaggio semiduro si rende perfetto per farciture e condimenti con i porcini, tanto nelle crepes quanto nella pasta. Ai veri estimatori della cucina valtellinese non possono mancare i pizzoccheri e gli sciatt col Bitto.

    Inutile dire che il Bitto si può masticare anche da solo per le cosiddette "meditazioni" gastronomiche, proprio per i sentori di frutta secca, nocciole, fiori secchi e fieno che sprigiona. In queste occasioni si abbina perfettamente con il passito Sfursat.



Forse hai bisogno anche di...

Servizi e assistenza