Diventa cliente METRO

Richiedi la tessera

Nella grande e variegata famiglia dei whisky americani c'è anche il Rye Whisky, un prodotto attualmente molto noto Oltreoceano per la realizzazione di numerosi cocktail. Non far mancare nel tuo locale il Crown Royal, la variante canadese, e scopri quali sono le peculiarità di questa gustosa miscela di cereali!


  • Uno, nessuno, centomila whisky

    Quando si parla di Whiskey americani si pensa immediatamente a tre famosissime famiglie di prodotti molto simili tra loro: Bourbon, Tennessee whisky e Rye whisky, a cui si aggiungono poi altre tipologie meno conosciute come il whisky al mais, al frumento, il blended whisky e lo spirit whiskey. La differenza, come è possibile intuire, sta nell'uso dei cereali.

  • Questione di segale

    Cosa differisce il Rye Whisky dagli altri fratelli americani? Senza dubbio l'ingrediente speciale è la segale: per legge, negli Stati Uniti, la base del Rye Whisky deve contenere il 51% da segale (appunto "rye", in inglese) con aggiunta di altri cereali. In altri Paesi, come il Canada, il Rye Whisky può essere prodotto invece senza impiego di segale.

  • Cocktail Manhattan

    Quali sono le caratteristiche del Rye Whisky? Biondo pallido con gradazione alcolica del 43%, un tempo era un prodotto davvero diffuso, mentre oggi è particolarmente di nicchia. Attualmente viene utilizzato come ingrediente principale per uno dei cocktail più famosi di sempre, il Manhattan, un drink ancora molto apprezzato a livello internazionale.



Servizi e assistenza