Diventa cliente METRO

Richiedi la tessera

Il Monkey Shoulder, con il suo nome così buffo, non è un whisky complesso: si può definire generico ma piacevole nella sua cremosità. È particolarmente adatto ai cocktail, e a chi non ama la forza degli scotch e preferisce un bicchiere “tranquillo”. Non farlo mancare nella tua offerta e fai felici anche i più delicati!


  • Naso, palato, lunghezza

    Al naso si sentono note di marmellata di arancia, malto, vaniglia, spezie e cacao. Al palato è cremoso; si avvertono malto, frutti di bosco, caramello, miele e noce moscata. Il finale è di lunghezza medio-corta, con note di quercia leggermente piccante e un appena percettibile retrogusto di menta piperita. Monkey Shoulder è ottimo liscio, preferibilmente senza acqua, ed eccellente nei cocktail. Cercalo da METRO!

  • Il nome

    Monkey Shoulder è un tributo al soprannome con cui venivano chiamati i maltmen, gli operai che trasformano l'orzo in malto. Quando le condizioni di lavoro erano molto più pesanti di quelle attuali, a forza di rivoltare orzo germinato, questi operai finivano per tenere la spalla ricurva e il braccio stanco a penzoloni, un po’ come le scimmie. Un omaggio agli uomini che hanno lavorato nelle distillerie di Glenfiddich, Balvenie e Kininvie.

  • La distilleria

    Monkey Shoulder è blended creato dalla miscelazione di tre whisky di malto provenienti dalle distillerie Glenfiddich, Balvenie e Kininvie di Dufftown, nello Speyside. Lanciato nel 2006 dalla William Grant per offrire un whisky facile, da dopo cena, è diventato così popolare che nel 2014 ne sono state esaurite le scorte. Nel 2016 è stato votato lo scotch più trendy del mondo dalla rivista di settore “Drinks International”.



Servizi e assistenza