Diventa cliente METRO

Richiedi la tessera

Il Prosciutto Toscano ha ottenuto il prestigioso riconoscimento della D.O.P nel 1996, ma le sue origini potrebbero risalire addirittura all’epoca etrusca. Pilastro della gastronomia regionale sin dal Rinascimento, ancora oggi le regole per la sua produzione sono tramandate di padre in figlio, come dimostra il successo dei Salumifici Viani e Piacenti.


Prosciutto Toscano

  • Un processo naturale

    Qual è il segreto della sua ricetta? La naturalezza, ovviamente! Dopo un’accurata selezione le cosce fresche vengono lavorate con rifilatura e salatura. Nel periodo estivo si passa poi alla sugnatura, ovvero si proteggono i prosciutti con un impasto di grasso di maiale macinato, a cui sono aggiunti sale, pepe e farina di riso, per consentire una corretta maturazione. Dopo la lunga stagionatura, viene effettuata un’analisi olfattiva, chiamata spillatura, con un osso di cavallo. A questo punto il prosciutto è finalmente pronto per essere marchiato e pepato

  • Visto che questo

    Visto che questo prosciutto crudo è rinomato per la sua sapidità, non stupisce l’ottima accoppiata che forma con il tipico pane toscano, privo di sale. La storia vuole che durante il XII secolo, la repubblica marinara di Pisa, in lotta con Firenze, bloccò il commercio di sale verso l’interno, costringendo i fiorentini ad usare quello che avevano solo per lavorare i prosciutti, risparmiando sul pane. Nonostante questa storica accoppiata, comunque, indicalo alla tua clientela anche come partner per la frutta, specialmente melone, ananas e fichi.

  • Scampi e Prosciutto Toscano DOP

    Da non disdegnare gli abbinamenti di questo prodotto tipico toscano con il pesce, come suggerisce questa favolosa ricetta:

    - Togliere i carapaci da 12 scampi, arrotolare ogni scampo in una fetta di Prosciutto Toscano DOP, inserire degli stecchi e farli rosolare con poco olio in una padella antiaderente.

    - Sbollentare due pomodori ed eliminare buccia e semi; poi metterli in una padella calda con poco olio, pane e basilico.

    - Tritare il dragoncello e pinoli con olio, sale e pepe.

    - Tostare qualche fetta di pane a cubetti.

    - Impiattare utilizzando il composto di pomodoro e il pesto di dragoncello come base degli scampi. Guarnire con fiori eduli.



Forse hai bisogno anche di...


Servizi e assistenza