Diventa cliente METRO

Richiedi la tessera

Il profitterol METRO da 8 porzioni (da 135 g) nero ha bignè farciti con crema vegetale al gusto vaniglia e copertura (68%) al cacao magro. Nel profitterol bianco i bignè sono farciti con crema chantilly al cacao magro e copertura (60%) di crema alla vaniglia e spolvero di cacao magro. Da lasciar scongelare 6/8 ore in frigorifero e 2/3 ore a temperatura ambiente prima di servire.


  • Le origini

    Bisogna ritornare al Rinascimento per trovare l'origine dei profiteroles che furono inventati dal pasticcere mediceo Penterelli. Quando Caterina De Medici si sposò con Enrico II, la futura regina volle mantenere le sue abitudini culinarie e le ricette della sua terra, la Toscana; quindi portò alla corte di Francia anche uno dei suoi chef, Popelini, che nel 1540 inventò la pasta choux con cui sono fatti i bignè.

    Il successo dei profiteroles arrivò solo nel XVII secolo, periodo in cui si sviluppò la vera arte pasticcera ed il pasticcere Careme, inventò il primo Croquembouche, una piramide di bignè guarnita di caramello.

  • Bignè da inventare

    I profitterol è un dolce formato da bignè ripieni e glassati al cioccolato o caramello e serviti nella tipica forma piramidale. La pasta di cui sono fatti i bignè è neutra e ciò ne consente l'utilizzo sia in preparazioni dolci che salate. Di base i bigné sono ripieni da panna montata zuccherata o panna chantilly, e cosparsi con una salsa al cioccolato.

    Le varianti sono molteplici, cambiando il tipo di ripieno e il tipo di copertura. Possiamo farcire i bignè con crema pasticcera, cioccolato, gelato o crema spalmabile alle nocciole, mentre la glassatura può essere con del cioccolato bianco o gianduia o dei frutti di bosco.

  • Gli abbinamenti

    Il profitterol è un dolce grasso, ricco di creme e panna e può essere ottimamente abbinato con spumanti dolci. Il contenuto di anidride carbonica delle "bollicine" consente una pulizia della bocca ed un equilibrio tra aromi e sensazioni gustative tra dessert e vino.

    In realtà basta non scegliere vini troppo fini per evitare sensazioni sgradevoli, ma ci sono ampie possibilità di sperimentazione: dal liquore al caffè ad un Aleatico, un passito o anche un Marsala. Se prevale il cioccolato fondente provate ad accompagnare il profitterol con liquori all’arancia, un distillato morbido, un Brandy, un rum invecchiato o un whisky.



Forse hai bisogno anche di...