Diventa cliente METRO

Richiedi la tessera

La torta della nonna METRO da dodici porzioni da 100 g, rispecchia fedelmente la ricetta originale con vera crema pasticcera lievemente aromatizzata al limone, una copertura di pinoli e una spolverata di zucchero a velo. Lascia la torta 8 ore in frigorifero prima di servirla o esporla nel carrello dolci nel suo pratico vassoio.


  • Nonna o cuoco?

    Rassicurante già dal nome, la torta della nonna non nasce dalla cucina di una dolce nonnina con i capelli bianchi che prepara con amore una sana merenda per i suoi nipotini. L’invenzione di questa ricetta si deve invece al cuoco e ristoratore fiorentino Guido Samorini che per scommessa creò questo dolce per accontentare i clienti che chiedevano una sorpresa nel solito menù. Il dolce divenne parte integrante della tradizione fiorentina e spopolò in tutta Italia.

  • Le varianti

    La torta della nonna è un dolce semplice preparato con due strati di pasta frolla ripieni con una crema pasticcera e ricoperta di pinoli ed una spolverata di zucchero a velo. Esiste anche una variante povera che consiste nel preparare un unico strato di pastafrolla e ricoprirlo di crema pasticcera, pinoli e zucchero a velo. Una seconda variante prevede invece l'aggiunta di cacao all'impasto ed in questo caso il dolce prende il nome di torta del nonno.

  • Gli abbinamenti migliori

    È un dolce irresistibile della tradizione italiana in cui spicca il contrasto della doppia consistenza: friabile fuori con una frolla che si scioglie in bocca e teneramente cremoso dentro. La torta della nonna ha una buona dolcezza, discreta aromaticità e non è molto strutturata; puoi suggerire ai tuoi ospiti di abbinarlo con un vino passito, il moscato oppure con vini dolci frizzanti con poco alcol, ma una piacevole freschezza e persistenza gusto-olfattiva.



Forse hai bisogno anche di...