Diventa cliente METRO

Richiedi la tessera

Più di cento anni fa Herman Müller di Thurgau, dopo moltissime sperimentazioni, creò il vitigno Müller Thurgau, che però non vide la luce in Svizzera, ma in Germania, a causa dell’ostruzionismo da parte degli altri viticoltori. Oggi in Svizzera è dedicata all’enologo una via di Zurigo, forse sintomo del rimpianto dovuto al successo che la sua invenzione ebbe altrove!


Scopri di più

  • Questione di feeling...

    Questa “creatura enologica” fu prodotta incrociando il Riesling renano con il Sylvaner e si diffuse presto in tutta Europa, trovando come suo habitat d’adozione preferito il Trentino Alto Adige. Fino agli anni Settanta del secolo scorso il Müller Thurgau era usato esclusivamente per migliorare gli altri vini; solo più tardi gli enologi compresero appieno le potenzialità che quarant’anni prima aveva apprezzato anche il padre della spumantistica trentina, Giulio Ferrari, e iniziarono ad considerarlo come uno tra i migliori vini trentini.
    Oggi il Müller Thurgau è diffuso in tutto il mondo ma ha trovato nella Val di Cembra l’accoglienza di cui aveva bisogno. Ottenuta la DOC nel 1988, in Trentino ogni estate vengono dedicate al famoso vino una festa e una mostra.

  • Nel tuo locale

    Bianco con vivaci trasparenze verdognole, secco ma delicato, fresco e carezzevole, potrai servire il Müller Thurgau tra i 10 e i 12 gradi in un calice a tulipano. Il suo gusto fruttato e floreale offre quella leggerezza mediterranea che si adatta perfettamente a una cucina elegante e sfiziosa. Ideale accompagnatore di antipasti marini e crostacei, questo bianco arricchirà molti dei tuoi menu: prova ad indicarlo con le lumache perlasciare il tuo cliente a bocca aperta!

  • Per lo chef: Risotto al Müller Thurgau con verdure in tempura

    - Far rosolare ½ cipolla dorata tritata con un filo di olio extravergine;
    - aggiungere 360 g di riso, farlo tostare e bagnare con 2 bicchieri di Müller Thurgau;
    - portare a cottura aggiungendo gradualmente del brodo vegetale;
    - mantecare con una noce di burro e parmigiano;
    - preparare la tempura con 1 tuorlo e 100 g di farina, frustare il composto e unire acqua frizzante fresca e 4 cubetti di ghiaccio finché non diventa cremoso;
    - intingervi la cipolla di Tropea, 2 zucchine medie tagliate a listarelle e 4 fiori di zucca, poi friggerli in olio bollente;
    - infine comporre il piatto decorando il risotto con il fiore di zucca, le zucchine e i petali di cipolla in tempura.




Forse hai bisogno anche di..

Servizi e assistenza