Diventa cliente METRO

Richiedi la tessera

Consigli di digital marketing per il settore della ristorazione

decalogo_digital_940

Consigli di digital marketing per il settore della ristorazione

In una situazione nuova e inaspettata come quella che ci siamo ritrovati a vivere negli ultimi mesi, il digitale ha costituito l’unica modalità a disposizione delle persone e delle aziende per mantenere un rapporto con il mondo esterno e cercare di colmare le distanze fisiche che ci sono state imposte, per la sicurezza e la salute di tutti.

Abbiamo scoperto come al giorno d’oggi il concetto di socialità possa andare oltre il concetto di vicinanza fisica tra persone, grazie all’utilizzo di una tecnologia capace di creare nuovi luoghi virtuali di aggregazione.

Leggendo i dati di aziende che analizzano l’avanzamento e la diffusione del digitale, possiamo notare come “l’effetto Covid” abbia portato ad una accelerazione del processo di adozione del digitale, facendo sì che app, social media, siti web e piattaforme di pubblicazione video siano diventati strumenti di normale e giornaliera fruizione non solo per i nativi digitali, ma anche per quelle generazioni di ormai adulti che ne hanno visto l’evoluzione fin dal principio e che si sono mostrati più titubanti nell’approccio.

Comparando i dati pre e post covid possiamo verificare un effettivo e importante aumento dell’utilizzo dei social e in generale degli strumenti digital.

In particolare, in Italia è interessante notare quanto Facebook sia cresciuto nel 2020, raggiungendo 38,4 milioni di utenti attivi, un aumento del 6,8% rispetto a marzo 2019. Era da oltre due anni che il numero di utenti oscillava tra i 33 e 35 milioni di utenti.

L'impennata del digitale - ed in particolare dell'uso dei social - è molto significativa e importante, e per un’ attività commerciale come la tua è un dato da tenere assolutamente in conto: del totale della popolazione mondiale che "può" creare un account social (molte piattaforme consentono l’utilizzo solo alle persone con età maggiore di 13 anni), il 65% è effettivamente attiva in reti sociali online. Questi dati si confermano anche in Italia, dove oltre il 50% della popolazione totale possiede almeno un account social.

L'utilizzo dei social media è una delle attività preferite dalle persone di tutto il mondo. Ed effettivamente, secondo uno studio del GlobalWebIndex, durante la pandemia il 40% delle persone ha dichiarato di passare ancora più tempo rispetto a prima proprio sui social.

Se durante la prima fase dell’emergenza Covid l’approccio consigliato alle aziende della ristorazione è stato “rimani vicino ai tuoi clienti, continua ad essere presente, a creare contenuti di valore per il tuo pubblico target”, mantenendolo aggiornato sulle tue iniziative commerciali e continuando sempre a raccontare la tua storia, oggi l’approccio può e deve cambiare, almeno in parte. È corretto essere sempre presenti e raccontare la quotidianità del tuo locale ma attento a non perdere di vista il tuo obiettivo finale: avere il locale prenotato e con clienti soddisfatti, nei momenti di consumo consentiti dalle normative in vigore.

Come fare quindi per mantenere l'afflusso dei clienti nel tuo locale, considerando la situazione d’incertezza provocata dalla pandemia, e come essere sempre preparato ad eventuali restrizioni e cambiamenti nella modalità di fruizione del prodotto e saperli comunicarli adeguatamente attraverso i canali digitali? Per il settore della ristorazione si tratta di una sfida costate e giornaliera.

L’approccio che ti consigliamo di adottare per superare le sfide della gestione del tuo ristorante in questi difficili frangenti è quello di investire in visibilità in modo strategico. L’obiettivo qui è permettere al tuo Brand di raggiungere notorietà (Brand Awareness ) attraverso i canali digital, dai social media all’e-mail marketing, agli sms o whatsapp marketing, attraverso azioni che ricordino ai tuoi clienti che ci sei e che sei “aperto” per loro, ma senza diventare il loro peggiore incubo/stalker. Questo, ovviamente, sarà possibile seguendo un piano editoriale strategico che ti permetta di mantenere la visibilità necessaria. Un buon piano di comunicazione è fondametale per trovare il giusto equilibrio: una strategia digitale multicanale e non troppo aggressiva, per evitare di essere percepiti come invasivi ed ottenere quindi l’effetto opposto.

Best practice di digital marketing e visibilità online per il mondo della ristorazione

Vediamo ora come impostare una digital strategy davvero efficace, analizzando uno ad uno i canali digitali più adatti a locali e ristoranti e come puoi usarli in questo momento storico e particolarmente difficile.

 

Social Media

Sicuramente “il mondo Facebook” di cui fanno parte anche Instagram, Messenger, tutti i siti e le app partner e anche Whattsapp, può aiutarti ad amplificare la tua voce e raggiungere sia nuovi potenziali clienti che quelli già acquisiti. Ricordati che già solo su Facebook troviamo oltre 38 milioni di Italiani, quindi, al di fuori di ogni dubbio si tratta di un ottimo canale per aumentare la tua visibilità.

Su Facebook & C. ti consigliamo di attuare con due tipi di strategia, tenendo presente che la copertura organica (spontanea) di un post, ormai su qualsiasi social media, è veramente bassa: è raccomandabile riservare un budget pubblicitario per chi già conosce il tuo ristorante, ed investire un altro budget per raggiungere nuovi potenziali clienti.

La prima strategia: punta ad aumentare la copertura dei tuoi contenuti per un pubblico che non ti conosce, in modo da aumentare la visibilità del tuo Brand. In questo caso prevedi un budget da investire a partire da un minimo di 5 euro al giorno limitando il pubblico ad un certo raggio chilometrico. D’altra parte, non dimenticare i tuoi followers, e riserva un budget pubblicitario anche per loro, considerando che il messaggio per un pubblico già cliente sarà differente. Ricordati di limitare le impressioni massime giornaliere per utente per non risultare eccessivamente insistente.

La seconda tattica che puoi adottare sulle piattaforme della famiglia Facebook è una strategia più diretta, in cui richiedi di prenotare o inviare un messaggio per riservare il tavolo, veicolando il tuo contenuto esclusivamente a clienti. Oggi aumentare la Brand Awareness anche verso chi ti conosce già è fondamentale: in un mercato saturo la domanda è di sostituzione, quindi se non ricordi al cliente che esisti, semplicemente sceglierà un altro locale al posto del tuo.

 

E-mail marketing

Se nel corso del tempo hai raccolto le e-mail dei tuoi clienti, rispettando la normativa GDPR attualmente vigente, allora fatti sentire! Stabilisci l’invio periodico di comunicazioni alternando messaggi con contenuti di valore (ad esempio raccontando come il tuo locale si è adattato alle varie misure e norme igienico-sanitarie per contrastare il virus), a comunicazioni più dirette in cui potresti proporre uno sconto per un ordine da asporto o l’invito ad una serata con musica (se consentito dalle norme in vigore), solo per citare alcuni esempi.

Sono diverse le piattaforme che ti permettono di creare formati e grafiche in linea con la tua immagine, personalizzando testi ed immagini per convogliare nel modo migliore il messaggio ai tuoi clienti e spedirlo agli indirizzi raccolti. Meritano una particolare menzione Mailchimp, da sempre grande alleato per l’e-mail marketing semplice ed efficace, o SendinBlue, che ti permette di inviare gratuitamente svariate centinaia di e-mail al giorno.

 

SMS o Whatsapp marketing

Come per l’e-mail marketing, anche il mondo della messaggistica offre interessanti possibilità specie per le attività di ristorazione. Potresti inviare sporadicamente SMS o messaggi su Whatsapp in una lista broadcast in cui comunichi qualcosa di importante, come apertura o chiusure straordinarie, particolari promozioni, un nuovo canale con cui comunicare con il tuo Brand (es. attivazione di un numero di supporto per gli ordini sempre attivo su Whatsapp), un catalogo dei tuoi piatti grazie a Whatsapp Business e tutto quello che la tua fantasia ti porterà a pensare.

 

Google Ads

Attraverso la piattaforma di advertising di Google puoi acquistare maggiore visibilità in corrispondenza di predeterminate parole chiave che puoi preventivamente settare mentre costruisci la tua campagna. Se con Facebook si fa leva sulla cosiddetta domanda latente, ovvero andare a stimolare bisogni ancora inespressi, con le Google Ads andiamo a colpire l’altra faccia della medaglia, ovvero la domanda consapevole, quelle persone che stanno attivamente cercando una determinata informazione, prodotto o servizio. Con questa piattaforma, quindi, gli annunci vengono mostrati nella pagina dei risultati di ricerca in corrispondenza di ogni singola keyword ricercata. Se, quindi, una persona digitasse su Google la parola chiave “Ristorante a Roma” o “ristoranti per asporto aperti” e se queste facessero parte delle parole chiave inserite nella campagna, allora l’annuncio verrebbe visualizzato. Molto importante anche in questo caso la limitazione geografica delle campagne.

Nello specifico su Google Ads è possibile fare advertising in due modalità:

Con il Pay Per Clic. Gli inserzionisti specificano un elenco di parole chiave (keyword) e un budget giornaliero. Nel momento in cui l'utente digita sulla barra di ricerca di Google una delle keyword specificate dall'inserzionista, viene visualizzato l'annuncio pubblicitario nella categoria "Collegamenti sponsorizzati" o evidenziati con la scritta "Annuncio", davanti all'annuncio pubblicitario stesso.

Tramite pubblicità targettizzata. In questo caso gli inserzionisti possono predeterminare vari fattori, tra cui: gli argomenti (ristoranti vegani, ristoranti per asporto) l'età dei navigatori, i siti dei Competitor (per esempio altri ristoranti conosciuti della zona) sui quali sono passati gli utenti ecc.; è possibile anche scegliere tra i siti facenti parte del circuito di Google, o dei siti o portali specifici, su cui verranno pubblicati gli annunci. Il budget verrà corrisposto dagli inserzionisti con il PayPerClick (costo per ogni clic), il cui metodo di pagamento abbiamo illustrato poco sopra, oppure al Cost Per Impression (l’inserzionista pagherà per le visualizzazioni dell'annuncio invece di pagare per i clic su quello stesso annuncio).

Google Ads per il settore della ristorazione è uno strumento molto potente se utilizzato nel modo corretto all’interno di una strategia coerente. Anche in questo caso prevedi un budget da investire a partire da un minimo di 5 euro al giorno.

Visto il ruolo sempre più importante e ampio che il settore digitale e i social hanno nella vita delle persone, è importante ragionare in modo approfondito sulla tua comunicazione e sul ruolo e i valori che il tuo Brand vogliono rappresentare.

Prima d'iniziare a promuovere il tuo locale pianificando tutte le azioni in modo dettagliato, è bene che tu stabilisca una linea di condotta e di tono di voce coerenti. Per aiutarti in questo (non è così semplice e scontato) prova a rispondere a questa domanda: quali sono i valori del tuo Brand?

Per stimolare risposte creative puoi chiederti: in che modo vorrei che un cliente si ricordasse del mio locale tra sei mesi?

Identifica almeno tre aspetti che per te sono fondamentali e che potremmo definire come i “tre pilastri della tua comunicazione”. Mentre crei il tuo calendario editoriale cerca di “popolarlo” con contenuti che rispecchino questi valori. Vedrai che il messaggio che vuoi veicolare arriverà più facilmente e porterà maggiore coinvolgimento.

 

Customer service o attenzione al cliente

È fondamentale in questo momento rendere semplice la comunicazione tra te e il tuo cliente. Ricordati di dare sempre un feedback al cliente da qualsiasi piattaforma o strumento ti stia contattando e cerca di offrire più punti di contatto: e-mail, telefono, Whatsapp, Messenger, prenotazioni on line, etc. In modo che il cliente possa scegliere come contattarti in base a dove si trova, al suo stato d’animo o alle sue possibilità. Infatti, ogni tipologia di cliente potrebbe apprezzare di prenotare con un messaggio su Whatsapp o attraverso una telefonata se si trova senza connessione o non può scrivere.

Metti nero su bianco le modalità con cui può interagire con il tuo locale in tutti gli strumenti di comunicazione, ad esempio personalizzando la firma delle e-mail, compilando al meglio la scheda informazioni su Facebook, impostando i boot di risposta automatici (esistono di default - devi solo configurarli nel modo giusto), sia su Facebook che su Instagram.

Nelle circostanze provocate dalla diffusione del COVID-19, l’incertezza e l’insicurezza sono sentimenti comuni a tutti, e le persone cercano informazioni di cui fidarsi. Ricordati quindi di aggiornare e verificare i dati della tua attività di ristorazione presenti in rete, e se non sono riconducibili direttamente a te cerca di rintracciare la fonte per correggere o completare le informazioni. Potresti trovarti, ad esempio, di fronte ad una scheda di Google My Business, TripAdvisor o ad un portale di informazioni della zona (anche del tuo comune o della tua provincia), con indicazioni incomplete o non aggiornate.

La ricerca di informazioni “di cui fidarsi” è ancora più marcata quando si tratta di opzioni alimentari accessibili e disponibili nelle vicinanze. Le ricerche effettuate dagli utenti su Google, infatti, dimostrano che l'interesse per la ricerca "Take away" è aumentato del 285% dall'inizio di marzo. Avere informazioni aggiornate e schede con immagini pertinenti ed attraenti può fare la differenza tra la scelta del tuo locale o quello di un competitor.

È buona prassi quindi aggiornare i cambiamenti che riguardano il tuo locale attraverso i canali digitali a contatto con i clienti per aiutare le persone a pianificare e a prepararsi. Alcuni esempi sono: la posizione, le modifiche degli orari, le chiusure temporanee.

Se offri la soluzione dell’asporto, della consegna a domicilio o box con prodotti pronti da cucinare, ricordati di comunicarlo, le ricerche per "ristoranti vicino a me" su Google sono molto popolari e in crescita, come le ricerche relative alla "consegna del cibo", aumentata del 100% in questi ultimi mesi.

Un’altra tipologia di informazioni da comunicare sono i servizi speciali offerti dal locale per alcune tipologie di clienti, come il giardino, i giochi per i bambini, un’ambientazione romantica, piuttosto che l’organizzazione di serate a tema o la presenza di maxischermo per proiezioni sportive. In questo modo aiuterai i potenziali clienti a capire l’identità del tuo locale e a decidere di sceglierti.

 

Scarica il PDF dell'articolo