“Il troppo stroppia. L’abbondanza esagerata può diventare controproducente. Ogni eccesso è negativo.” Così recita l’Accademia della Crusca, e mai fu così vero.

Perché a voler fare troppe cose le si fa male. E soprattutto, è una perdita di tempo se non colpisce chi dovrebbe colpire.

Caliamo queste affermazioni sul mondo dei social. Come capire se le piattaforme che stai impiegando per il tuo marketing sono quelle giuste? Per rispondere a questa domanda, è necessario prendere in considerazione vari aspetti:

1- Tipologia di locale

L’identità del tuo ristorante, la tua pizzeria o il tuo bar è determinante per capire dove esporlo. Ovviamente perché da questo dipende il target. Se hai un pub con musica dal vivo avrai naturalmente un target molto diverso da quello di un ristorante stellato.

2- Target

Alla clientela tipo del tuo locale è sicuramente associata una o più piattaforme social. Devi assolutamente tracciare il profilo della tua clientela per comprendere qual è il canale di comunicazione su cui devi investire per attrarre il maggior flusso di clienti. È chiaro che anche i comportamenti sui social stessi cambieranno a seconda dell’età.

3- Obiettivi di marketing

In base alle caratteristiche del ristorante e alla tipologia di clienti, è possibile definire una precisa strategia marketing con obiettivi chiari, raggiungibili e misurabili. Aumentare la base di follower, promuovere un nuovo menù, accrescere l’engagement, rafforzare l’immagine di marca: ciascuno di questi obiettivi richiedere azioni e stili comunicativi diversi sui social.

Ma in pratica, cosa devi fare?

La pietra d’angolo per una strategia efficace è individuare i social che offrono un maggior valore al tuo target e che al contempo si presta al raggiungimento degli obiettivi che ti sei posto, in questo modo riuscirai a ottenere i risultati migliori.

I social sono assolutamente una miniera d’oro. Già nel 2018 sono stati 35 milioni gli italiani attivi sulle piattaforme social, 31 milioni da mobile, con un notevole incremento rispetto al 2017. Incremento destinato a proseguire nei prossimi anni. Inoltre, il tempo speso su base quotidiana è di poco inferiore alle 2 ore*. Perché non sfruttare questo tempo come occasione di contatto con i clienti?

pranzo fuori casa

YouTube e Facebook (sia come piattaforma, sia soprattutto come ecosistema in senso più ampio, includendo quindi WhatsApp, Messenger, Instagram) continuano a dominare il panorama delle piattaforme social più utilizzate nel nostro paese. Fuori dai “big two” non sorprende vedere Twitter e LinkedIn su cui sono attivi rispettivamente il 32% e 29% della popolazione italiana.

All’interno dell’ecosistema Facebook la fascia d’età 25-34 risulta essere la più presente, quindi è qui che devi puntare se la tua clientela è giovane. Ma il canale è valido anche per le fasce 35-44 e 45-54, dato su cui influisce sicuramente la fortissima penetrazione di WhatsApp come piattaforma di messaggistica regina in Italia. Fondamentale sfruttare poi l’esplosione del formato stories che abbiamo visto nel 2018, fenomeno che non è destinato a fermarsi.

 

Social network per ristorante: 10 modi per ottimizzare i contenuti social

Una volta individuate le piattaforme migliori per il target da intercettare, come è meglio comportarsi per implementare una comunicazione efficace? Vediamolo.

1) Ogni ricetta una storia

Un ristorante deve sapersi raccontare, soprattutto online. Chi si appresta per la prima volta al social media marketing spesso commette l’errore di confondore i social network con gli e-commerce cercando di “vendere” i propri prodotti attraverso i post. Ma se la mission è conquistare la clientela, è importante saper raccontare l’esperienza che si può vivere all’interno del tuo ristorante. I follower devono essere incuriositi dai post e dalle immagini dei piatti serviti.

È fondamentale raccontare la storia di una ricetta, come nasce, se gli ingredienti utilizzati sono tipici della tradizione locale. Oppure svelare qual è il segreto di un piatto particolare, l’ingrediente creativo che lo caratterizza. È un modo per stuzzicare la curiosità e l’interesse della clientela. È vero che in tema di ricette, soprattutto nell’era di Instagram, l’occhio vuole la sua parte. Ma anche il racconto ha un suo fascino. E se lo si fa in modo originale il gioco è fatto.

2) Presenta i tuoi piatti

Un altro fattore da non sottovalutare è la presentazione dei tuoi piatti e delle caratteristiche che li contraddistinguono all’interno del menù. Hai in serbo per i tuoi clienti ricette vegetariane, vegane o gluteen free? Vista l’attenzione sempre crescente nei confronti di un’alimentazione salutare, sottolinea agli ospiti che la tua offerta è variegata e atta a soddisfare tutti i tipi di esigenze a tavola.

Allo stesso modo è importante mettere in risalto anche le materie prime utilizzate per creare una ricetta, soprattutto se sono biologiche o a km zero. Sottolineare i tuoi punti di forza sarà la carta vincente per una strategia social efficace.

3) Ingredienti in primo piano

A tavola cresce costantemente l’attenzione per gli ingredienti che compongono un piatto. Il consumatore di oggi è sempre più alla ricerca di ingredienti salutari, ma anche sostenibili. Il tuo ristorante acquista prodotti tipici dagli agricoltori locali? Potresti dedicare un post corredato di immagini alla storia di un dato prodotto: come nasce dove si può acquistare, cosa lo rende particolare e salutare.

4) Ordinare non è mai stato così facile

Il menù? Meglio se facilmente fruibile. Un’altra regola fondamentale per conquistare i clienti attraverso i social è un menù chiaro e di facile consultazione. In primo piano e leggibili le informazioni principali come numero di telefono del ristorante, contatto e-mail o link che reindirizzi alle specifiche relative ai servizi di consegna per i piatti da asporto, in modo tale che il cliente possa ordinare in tutta facilità.

Un altro escamotage per far breccia nel cuore dei clienti vecchi e nuovi e prenderli per la gola è mettere in evidenza sulla tua pagina Facebook il menù del ristorante. Grazie al pulsante Prenota ora messo a disposizione dalla piattaforma è semplice indirizzare l’utente verso il tuo sito web o alla app del tuo ristorante.

5) Food Experience

Una comunicazione efficace per un ristorante passa attraverso la capacità di comunicare una vera e propria esperienza. Raccontare una cena da un’ottica esperienziale significa comunicare la tua unicità: per esempio, se il tuo locale offre ai clienti la possibilità di gustare un piatto speciale introvabile altrove o una cena storica, oppure se è possibile usufruire di un servizio unico come la disponibilità di un esperto sommelier che sa consigliare il vino più adatto da abbinare ai piatti prescelti… lo devi dire!

6) Occhio ai piatti

Il social media marketing per ristoranti, è risaputo, si basa sulle immagini. Su Instagram specialmente, il binomio foto ad effetto - ricetta funziona sempre. I contenuti visivi originali e accattivanti in grado di conquistare il cliente sono il passpartout per promuovere al meglio un ristorante.

L’importante è utilizzare sempre foto di qualità. Uno scatto frettoloso con lo smartphone difficilmente riuscirà nell’intento di incrementare la propria clientela.

7) Anche il contenuto testuale vuole la sua parte

Un’immagine, per quanto accattivante, da sola non basta per arrivare al cuore della clientela. Se è vero che le immmagini sono il motore di una buona strategia di social media marketing è anche vero però che deve trovare spazio allo stesso modo un contenuto descrittivo ben strutturato.

Un menù speciale disponibile solo in un dato periodo dell’anno trova la sua casa sui social media, il posto giusto per comunicarlo ai clienti e magari convincerli a sceglierti. Senza dimenticare, anche in questo caso, di sottolineare nel dettaglio tutte le informazioni utili del caso: se è gradita o meno la prenotazione o per quanto tempo sarà disponibile il menù.

8) Trasformare i propri clienti in brand ambassador

Il trend del #foodporn è in continua ascesa. Quante volte i clienti fotografano i piatti che gli vengono serviti al ristorante? Sicuramente tante. Perché allora non sfruttare questo trend a tuo vantaggio?

Fare dei clienti i tuoi brand ambassador è il primo passo per una strategia efficace e per generare un efficace passaparola. Proporre un mini contest con tanto di premi (assaggi particolari, sconti ecc..) può incentivare i tuoi clienti a condividere contenuti.

9) Cucine aperte

Se da un lato sono sempre di più le persone che preferiscono ordinare un piatto con un semplice click per gustarselo nel comfort di casa propria, dall’altro saper raccontare al meglio un locale sottolineando il valore aggiunto di una serata trascorsa al ristorante può essere una carta vincente per conquistare il cliente.

Via libera quindi alla presentazione del luogo in cui è situato il tuo locale. Fai conoscere da vicino ai tuoi follower tutto il tuo staff. Comunica al meglio l’atmosfera che caratterizza il tuo ristorante cercando di instaurare con i clienti un rapporto di fiducia. Puoi creare dei video dove lo chef presenta le sue ricette e racconta come nasce un piatto oppure raccontare qualcosa di più sui produttori locali da cui ti rifornisci per offrire materie prime di qualità in un’ottica sostenibile.

10) Coinvolgi gli influencer

La concorrenza è tanta sui social network e non sempre approdare in rete è sinonimo di risultati certi. Per aprirsi una strada in questo ambito potrebbe essere utile coinvolgere qualche food blogger di successo. Non necessariamente famoso su scala nazionale, è sufficiente una risonanza locale per partire. Gli influencer potrebbero davvero supportarti nel risaltare il tuo ristorante agli occhi degli utenti più importanti per il tuo business.

Vuoi saperne di più su GP Studios? Clicca qui e contattali direttamente.