Diventa cliente METRO

Richiedi la tessera

Regolamento Integrativo Aziendale

San Donato Milanese

16 aprile 2019

METRO Italia emana un Regolamento Integrativo Aziendale e si dichiara aperta alla ripresa della trattativa con le Organizzazioni Sindacali.

Il nuovo Regolamento Integrativo Aziendale di METRO Italia è finalizzato alla costante ricerca del migliore equilibrio tra le esigenze dei clienti ed i bisogni delle proprie persone.

 

San Donato Milanese 16 aprile 2019 – METRO Italia - preso atto con rammarico dell’interruzione della negoziazione per il nuovo CIA da parte dei Sindacati nazionali e, quindi, in assenza di un accordo tra le parti – si impegna ad approntare quegli accorgimenti che le permettano di continuare a prendersi cura dei propri collaboratori e rimanere competitiva sul mercato, nella costante ricerca del migliore equilibrio tra le esigenze dei clienti ed i bisogni delle proprie persone.
“Il risultato di questo impegno da parte di METRO Italia - commenta Vanessa Catania, Direttore Risorse Umane - si è tradotto nell’emanazione di un Regolamento Integrativo Aziendale (RIA), quale trattamento di miglior favore rispetto a quanto già previsto dal Contratto Collettivo Nazionale della Distribuzione Moderna Organizzata, nell’interesse di tutti i 4.300 collaboratori dell’azienda, per garantire la continuità del business.”


Tra i principali punti cardine del RIA di METRO Italia segnaliamo una piattaforma Welfare in continuità con il precedente CIA, che include:


  • Malattia e infortunio: l’azienda provvederà ad integrare al 100% la quota di indennità economica di malattia e di infortunio rispettivamente erogate da INPS ed INAIL;
  • Congedo parentale: il trattamento corrisposto dall’INPS in caso di congedo parentale verrà integrato al 40% della retribuzione lorda relativa a tale periodo;
  • Diritto allo studio: ai collaboratori studenti, a titolo di miglior favore rispetto a quanto previsto dalla normativa vigente, l’azienda riconoscerà 10 ore di permesso annue aggiuntive, per un totale di 50 ore complessive. Tali permessi saranno altresì concessi per la partecipazione a corsi aventi finalità di miglioramento professionale e culturale, organizzati da istituti pubblici di istruzione.


In merito al lavoro domenicale, in continuità con il precedente CIA, l’azienda continuerà a garantire una maggiorazione più favorevole rispetto a quanto previsto dal CCNL della DMO. Un tema molto importante per METRO Italia che, come partner d’elezione dei Professionisti della Ristorazione e dell’Ospitalità, vuole continuare ad ingaggiare i propri collaboratori al fine di offrire un servizio continuativo ai clienti, anche nei weekend.

Per quanto concerne l’orario di lavoro settimanale dei collaboratori, sono state più volte evidenziate delle difformità in fase di trattativa con le Organizzazioni Sindacali nazionali, al fine di condividere una soluzione che andasse nella direzione di una maggiore armonizzazione ed equità. Resta, pertanto, confermata la volontà dell’azienda di uniformare gli orari di lavoro ai trattamenti retributivi.

“A seguito della chiusura del tavolo negoziale da parte dei Sindacati nazionali, proprio a causa di questo punto cruciale, METRO Italia, per un principio di equità a favore di tutti i 4.300 collaboratori, intende armonizzare l’orario di lavoro settimanale a 38 ore, in linea con il trattamento retributivo, non prima di aver dato alle persone il giusto tempo per riorganizzarsi” – conclude Vanessa Catania.

METRO infine, come ha già avuto modo di esprimere in tutte le sedi, si dichiara sempre aperta al dialogo con le Organizzazioni Sindacali per una ripresa della trattativa, nell’interesse di tutte le sue persone.