Diventa cliente METRO

Richiedi la tessera

Dal Medioevo a oggi la fama dello Scotch Whisky non ha fatto altro che crescere. Attualmente esistono oltre 100 distillerie attive che producono whisky secondo il proprio metodo. Come orientarsi per scegliere al meglio? Lasciati aiutare dai consigli di METRO e rendi il tuo locale un punto di riferimento!


I Nostri Scotch Whisky


  • Le Regioni

    La produzione di whisky di malto divide la Scozia in varie regioni. Nelle Highland, il whisky raggiunge vari tipi di morbidezza da Nord a Sud ed è impossibile classificarli tutti. Nella zona degli Island, invece, le distillerie producono i perfetti dopo cena. Lo Speyside è considerato il vero cuore della produzione scozzese (basti nominare Glen Grant).

    I whisky dell'isola di Islay si riconoscono grazie alla torba nel terreno, che regala alla bevanda sapore di fumo e alghe. I malti del Lowlands sono considerati i più leggeri e quindi perfetti per l'aperitivo. Infine a Campbeltown rimangono purtroppo solo tre distillerie attive.

  • Tipi di whisky scozzesi

    Come distinguere il whisky di malto (detto single malt), il whisky di cereali e il blended whisky? Il primo, prodotto con orzo maltato, acqua e lievito, viene distillato in enormi alambicchi in rame e affinato in botti per almeno 3 anni. Il whisky di cereali, invece, nasce dal mix di orzo maltato, non maltato e altri cereali, più acqua e lievito: viene distillato in un alambicco alto, detto Coffey still.

    Realizzare blended whisky, infine, viene considerata un'arte vera e propria. Il perché è molto semplice: la produzione comporta un articolato processo di miscelazione di diversi single malt (da 15 a 50) con whisky di cereali. E non è facile armonizzare tutti i componenti!

  • Le fasi di produzione

    Come si produce un single malt scozzeze? L’orzo viene immerso in vasche d’acqua e poi steso su un pavimento di maltaggio per favorire la germinazione. Viene essiccato in forno e poi macinato. Successivamente viene miscelato con l’acqua calda in un contenitore per l’infusione chiamato “mash tun” e produce il mosto di malto, a cui viene aggiunto il lievito nei tini.

    Dalla fermentazione nascerà il liquido “wash”, che viene riscaldato in due alambicchi in rame, il “wash still” e lo “spirit still”. Solo la parte migliore del liquido alcolico prodotto, detta il cuore, verrà raccolta e versata in botti di quercia a maturare per regalare alla tua clientela una bevanda unica.



Servizi e assistenza