Diventa cliente METRO

Richiedi la tessera

L'incantevole Costiera Sorrentina è nota per i suoi numerosi tesori turistici, ma c'è un'altra perla da scoprire in fatto di gastronomia: si tratta di Gragnano, comune vicino Napoli, noto per aver conquistato il marchio IGP con la sua Pasta. I produttori locali seguono una prassi specifica per la realizzazione della Pasta di Gragnano IGP, fatta esclusivamente con Semola di Grano Duro e acqua delle falde locali. La Famiglia Di Martino è protagonista della capitale europea della pasta da oltre 100 anni. L'esperienza e la dedizione hanno condotto questa azienda storica a diventare partner ufficiale del Presidio Slow Food e punto di riferimento internazionale.


Altre varietà di pasta di Gragnano


  • Pastai Di Martino

    Grazie alla produzione realizzata con Semola di Grano Duro italiano al 14% di proteine, la Pasta Di Martino si distingue per la ricchezza di aminoacidi e antiossidanti. Unendo le migliori semole e le limpide acque sorgive locali, la pasta viene prodotta secondo il metodo di Gragnano da più di cinque secoli, mantenendo porosità e ottima tenuta in cottura. Tradizione e tecnologia diventano quindi i due punti forti dei prodotti Di Martino, un simbolo di qualità in ben 35 Paesi. Con abilità e fantasia, i maestri pastai producono circa 200 formati di Pasta di Gragnano e 8 milioni di piatti al giorno, curando ogni minimo dettaglio grazie alle trafile di bronzo.

  • Trafilatura in Bronzo

    Oltre alle materie prime di qualità, la Pasta di Gragnano è caratterizzata da un'attenta lavorazione dall'impasto al confezionamento. La Semola viene impastata con non più del 30% di acqua. Segue la Gramolatura, grazie alla quale l'impasto diventa omogeneo ed elastico. Fase fondamentale è l’Estrusione o Trafilatura in stampi di bronzo, che rende la pasta rugosa determinandone la forma grazie ai fori sagomati: Eliche, Paccheri, Spaghetti, Vermicelli e tutte le varietà generate dell'estro dei pastai gragnanesi! A seconda del formato avverrà un'Essiccazione che varia dai 40 e 80°C per un periodo compreso tra le 6 e le 60 ore.

  • L’ingrediente segreto

    Dopo che la pasta è stata ventilata più volte con aria calda in celle statiche o nei tunnel per l'Essicamento, la sua temperatura viene stabilizzata nella fase del Raffreddamento. A questo punto la Pasta di Gragnano è pronta per essere confezionata nel luogo di produzione, entro le 24 ore successive alla produzione, per evitare le perdite di umidità che comprometterebbero le qualità organolettiche del prodotto o il danneggiamento delle forme ottenute. Questo è quello che servirai alla tua clientela se sceglierai Pasta Di Gragnano IGP Di Martino: un fiore all'occhiello della gastronomia italiana.


Forse hai bisogno anche di...



Servizi e assistenza