Diventa cliente METRO

Richiedi la tessera

Fetta candida, rosata, tendente al bruno, bacio morbido al palato e profumo da vertigini: chi l’avrebbe mai detto che il grasso sotto la cute del maiale, una volta salato, aromatizzato e stagionato, avrebbe fatto impazzire così tanto gli italiani? Eppure il Lardo è una star tra i salumi nostrani e non perde mai fascino in tavola.


  • Anticamente nutriente

    La parola lardo deriva dal greco larinòs, che in italiano può essere tradotto come "ingrassato", rimandando al concetto di "ben coperto" o "pingue". In questo caso la storia linguistica già può far intuire l'antichità del prodotto, nonché le sue proprietà nutritive.

    Infatti già al tempo dei Romani il lardo era usato per sfamare le legioni, questo perché da sempre era considerato un alimento e un condimento molto usato in casa, anche perché più economico dell'olio. Fu sostituito dal burro dalla spinta della cucina francese.

  • Colonnata & Arnad

    Due tipi di Lardo famosi sono quello di Colonnata, prodotto in Toscana e stagionato con aglio in vasche di marmo, e quello di D'Arnad, realizzato in Val D'Aosta e stagionato in vasche di legno con aromi molto più intensi, come ginepro, noce moscata e alloro.

    Il Lardo è un po' croce e delizia delle pance: croce perché è ricco di grassi saturi che influiscono sul colesterolo, delizia perché è davvero buono. Anche se i nutrizionisti lo evitano come la peste, ciò non vuole dire che gli estimatori non continuino a mangiarlo, specialmente alle sagre.

  • Dalla bruschetta in poi

    Il must resta sempre la bruschetta con il lardo. I palati sopraffini vi aggiungono un goccio di miele aromatizzato alla lavanda. Per i più coraggiosi comunque, ci sono le patate arrotolate con il lardo e ricoperte di pistacchio, ma anche la polenta e i primi, come gli agnolotti alla piemontese.

    La forte dolcezza del lardo in bocca necessita di un vino che ripulisca bene il palato durante la degustazione e che contrasti il salume: escono vittoriosi dal ring i rossi giovani, come la frizzante Barbera di Monferrato e i bianchi effervescenti come il Muller Thurgau e la Malvasia.



Forse hai bisogno anche di...


Servizi e assistenza